A don Lorenzo Milani

Non c’è principio,

né fine

sotto il sole.

I tempi di ieri,

non sono migliori

o peggiori di quelli di oggi.

Il tempo, lo fai tu.

La gioia, la crei tu.

Guai a te,

se poi ti spini o ti aggrovigli di male.

Non sono un codice,

sono appena il principio

di un’idea.

Non riesco a penetrare

nel profondo di me stesso,

come posso pretendere

di raggiungere

o giudicare un altro?

Quello che non è,

non è mai stato;

e quello che é,

è sempre stato. Dipax

Rispondi