A energia divina

 Martedì 14 novembre iniziamo.

Tutto è pronto al Borgo della pace. Preparati, Dio ti aspetta. Un dialogo meraviglioso con Lui!

Si scuotono i monti,

cadono le foglie,

come schegge di folgore dal cielo.

Questo vento, stasera,

è una sinfonia di preoccupazioni e di pensieri.

Ho smesso di dissodare la terra,

ora lo spirito è divenuto

la mia principale occupazione.

Sono ancora alla quota latte

nella crescita delle grazie.

Sulla terra c’è sempre

aria di guai

e io sono stanco di lottare

e Tu non sei davvero

il Signore degli eserciti!

Tu mi sfibri le vene

e io non riesco ancora ad amarti

con tutta la mia carne e con tutte le mie forze.

Debole è il cuore di chi non sa amare.

Morire è non essere amato.

Cammino con il femore rotto,

ho perso la battaglia dell’amore.

Mi stai operando incisioni spirituali.

Attendo con impazienza.

Ho paura!

Mi estrai il midollo dalle mie ossa

e m’inietti dentro un fuoco a energia divina. Dipax

 

 

Rispondi