A Liliana Segre

                           “A fare del male non sono i matti

ma i sani di mente.”(Alda Merini).

Stamane ho annaffiato i gerani

con le mie lacrime

e sono nate per te, Liliana,

splendide perle bianche.

Non fischia più il treno per Auschwitz.

In ogni tua ruga di dolore

ho piantato carezze di viole e di rose.

In ogni seduta del parlamento,

con l’astensione della destra,

ho fatto sedere tanti giovani a dipingere

un arcobaleno di sostegno per te.

Ora sei con noi

sul treno di Dipingi la pace

a portare nel mondo

il tuo sorriso di libertà. Dipax

Rispondi