Ci scialiamo di gioia

La neve solca i monti di neve.

I rami degli alberi

sono violacei di ghiaccio.

Dorme l’inverno

nelle vene della terra.

Anche il silenzio

è indulgente al riposo.

Solo tu cristiano che vivi di fede

non sei indulgente

con te stesso e con gli altri.

Rifiuti ogni peccatore

e Cristo si fa peccatore per te.

Perdonare è la medicina dell’amore.

Ci emozioniamo nei pellegrinaggi

nei vari santuari

e non ci infochiamo

nel nostro cuore che si nutre

del Corpo e del Sangue di Cristo.

Ci capita la sventura

di nutrirci di Dio,

solo come un pane da masticare.

L’umiltà di Cristo

è rimanere

nella solitudine dei tabernacoli,

adorato di notte soltanto dai sorci.

Io sono un suo buon compagno,

l’adoro dentro di me

in Spirito e Verità.

Vi rivelo di più:

il mio cuore è il suo tabernacolo

e dentro noi due ci scialiamo di gioia. Dipax

Rispondi