Come noi… rimettiamo

Aiuta Dipingi la pace con il C/C postale 10298909

oppure IBAN IT 02 P076 0104 6000 0001 0298 909. Grazie.

Meditando il Padre nostro

assieme alla Vergine Maria,

protegga il mondo e tutta l’umanità (Pater Hemon)

Come noi…..rimettiamo,

meglio dire, affinché anche noi impariamo

a perdonare.

Sic……ut: affinché

sicut: come.

Le due particelle non erano unite,

ma separate da dire appunto:

affinché noi impariamo a perdonare.

I piccoli intuiscono e leggono

le pagine del cielo.

Imparare a perdonare è la vera gloria,

è la vera vittoria.

Noi non riusciremo mai a perdonare come Dio.

Perdonare è l’inizio della vita interiore.

Sarebbe preoccupante toglierci

la vita dell’eucaristia.

Sarebbe davvero preoccupante

togliere davvero all’uomo la spiritualità.

E’ un patto con il diavolo denaro

pattuire un compromesso.

Con qualsiasi mezzo

bisogna resistere al sistema del diavolo.

Perdonare è la via regale dell’uomo,

a renderlo capace di realizzare per se stesso

e per tutti le energie dello spirito.

Forse bisognerebbe pensare

che si siano aperte nuove vie della massoneria:

1 – purificare il mondo dagli anziani.

2 – rifondare l’economia con la scienza e la medicina,

senza l’aiuto dello spirito.

3 – Affondare quella chiesa che rifiuta potere e denaro.

Il primo perdono avviene in noi e per noi stessi.

Noi cristiani dopo ventimila anni siamo ancora in piedi,

nonostante i nostri peccati, battaglie,

persecuzioni e martirii al rogo.

Non dipende da noi tenere in piedi la chiesa,

ci pensa lo Spirito santo.

Lo spirito non fa compromessi con il male

né con i progetti equivoci.

Io parlo con tutti,

faccio fatica a capire l’equivocità.

Faccio fatica a perdonare il male,

qualora esso diventi un sistema accettato da tanti.

Signore, insegnaci a perdonare,

come fai tu sulla croce,

senza nulla chiederci in cambio.

Signore, insegnaci a perdonare

di vero e affettuoso amore. Paolo Turturro

Rispondi