Come un giovane poeta

Vivo in compagnia dei santi

che non sono lontani da noi.

Qui mangio dolori e solitudine.

Ho fame della quaresima di avvento,

dell’attesa del Signore che viene.

Non guadagnare tanti soldi

ti rende libero.

Salto roghi di fuoco

per entrare nell’infinito.

Alto è il cielo

ma sempre dentro di te.

Qui le giornate passano

senza rumori e chiasso.

Il mio spirito è ribelle

a ogni forma di costrizione.

E’ normale vedere persone

tranquille e serene

vivere oltre cento anni.

Il segreto della longevità

è la semplicità della famiglia.

Puoi vivere a lungo

con passeggiate

a procedere a punta di piedi,

lento e sicuro.

Infine il segreto di vivere a lungo

è amare sempre.

Non me ne vado

da questo armonioso silenzio

per niente al mondo.

Non esco da questo cielo.

Anche le mie preoccupazioni

scorrono lenti,

quassù non conosco lo stress.

Quassù fiorisco volontà

come a un giovane poeta. Dipax

Rispondi