Cose, non persone

Cose, non persone

Aiuta Dipingi la pace con il C/C postale 10298909

oppure IBAN IT 02 P076 0104 6000 0001 0298 909.

Grazie a tutti coloro che ci stanno aiutando. P. Paolo

Alzo le mie mani al cielo

e le mie radici escono

a cercare altra terra.

Elevo in alto il cuore

e le mie vene si ossigenano di cielo.

Il pensare bene

è il sapore della mente.

Stanno crollando i pilastri dell’Umanità:

la famiglia, la scuola, la fede.

D’estate correvo sclazet

sui ciottoli di mare.

Persino l’onda fumava

di sole rovente.

Ricostruiamo la famiglia,

diamo voce alla scuola,

sacrifichiamoci

a ringiovanire la fede.

Abbiamo perso i figli,

respinto gli allievi,

esiliati i fedeli.

Il mondo è un ospedale

che cura i ricchi

e respinge i poveri.

Le città sono degli ospedali di campo:

i medici sono gli ammalati,

i psichiatri sono i depressi

e le persone sono le cose.

Finis vitae è la città.

Siamo malati di cibo chimico.

Il cuore non ha più radici

e le vene sono otturate di egoismo.

Siamo soltanto delle cose,

non più persone.

Ho imparato dalla mia vita

di aver incontrato tante maschere

e pochi volti.

Paolo Turturro

www.dipingilapace.it

Rispondi