Dialogo d’amore – 16

Mi stai perforando il corpo e lo spirito

di dolori atroci di luci.

Un istante di dolori dello spirito

è più di un anno luce.

La mente barcolla

a meditare l’infinito.

Ecco apro le tue parabole.

Io comprendo che la vigna

é la nostra vita, l’umanità

e non solo la chiesa.

Ti sei incarnato

a comprendere la passione umana

e a spiegarmi la redenzione.

Il giovane non sa

custodire la bellezza,

per questo hai creato l’eden.

Nel giardino dei tuoi pensieri

mi hai affilato l’anima

a renderla lama d’amore.

Ora posso colpirti il cuore

a succhiarmi tutta la tua vita. Dipax

Rispondi