Dialogo d’amore 29

Tanti lavorano con le mani,

senza la mente.

Gli artisti e i santi

operano, meditando,

a creare capolavori del cuore.

Un fiore:

un anno per sbocciare,

un istante per spezzarlo.

Quante volte nell’andare

della Tua missione

mi sono sentito interpellato

da non credenti e sofferenti:

“Continuo a domandarmi

cosa ho fatto di male?

Perché tutta questa aggressione

da parte di mia madre?

Mi fa male più di ogni altra cosa

che io abbia vissuto di brutto!

Sono sola in questo calvario! “.

“ Non si è mai soli,

quando uno ama.

Tu vuoi bene a tante persone.

Fai bene a tanti ammalati.

Nello spirito poi

siamo con Dio

che il meglio di noi

e in noi.

Non hai fatto del male.

Forse Cristo ha fatto del male?

Forse i giusti hanno fatto del male?

Forse i martiri hanno fatto del male?

Forse gli innocenti fanno del male?

Non aver timore

d’inserirti sulla scia dei giusti”. Dipax

Rispondi