Fame di silenzio

M’immergo nel Silenzio per ascoltare Dio.

La superbia  fa male più dell’umiltà. Addolora l’orgoglio più di una pietra in faccia.

Sono così in basso da ascoltare l’infinito. Io sono cieco dinanzi all’immenso creato. Può un cieco guidare un altro cieco? Mi chiedo se posso ancora amare Cristo con tutte le pieghe dei miei peccati. In me non si è spento ancora il fuoco della superbia.

Sono un ponte radio tra gli uomini e l’Assoluto. Ci hanno incrostato gli occhi di menzogne.

Siamo divenuti così vuoti da sentire l’esigenza di riempirci di stupidaggini e ci stupiamo delle volgarità. I pensieri ardono ancora a purificarci come l’incendio. Dipax

Prenota l’E-state con Dio, al Borgo della pace. Hai bisogno di Silenzio? Sali al Borgo della pace. Contatta 339 2187764 oppure 333 5058401

Rispondi