I sogni sono angeli

Non sciupo

la mia vita

dietro le lamentazioni.

Signore,non voglio più

crocifiggerti

con i miei dubbi.

Non chiudo

nel baule dell’oblio

i miei anni,

i miei giorni,

le mie notti

e le  mie speranze.

Non so chiudere

porte, case e chiese.

Inquieto il libro

dell’universo,

dove le stelle

incidono il tau

della vita.

Rigetto i gargarismi

delle tue parole.

Non ha senso

la tua pietà,

quando mangi

tre volte al giorno.

Non sanno di niente

le tue omelie,

quando parli

 male di tuo fratello.

Non significano niente

le tue commozioni

o le tue devozioni

per quelli che dormono

sotto i ponti,

per quelli che

nella notte di gelo

muoiono di ghiaccio.

Solo gli angeli scendono

a sera

a scaldare

e a proteggere

i loro stanchi sogni. Dipax

Rispondi