Il denaro incatena

I Piccoli della Pace si consacrano alla piccolezza. Si consacrano al Vangelo.

Si consacrano alle Beatitudini di Cristo. Si consacrano alla chiarezza della povertà.

Liberatevi dalle ombre. Non restate sotto l’osservazione del microscopio delle macro banche.

Il peccato si combatte e non si cambia.

 

Non scendere a patto con il diavolo con il possesso di palazzi, di ricchezze e di tenute di campi.

Il diavolo è finito, nella Parola e nella Croce di Cristo.

Qualcuno tenta di metterlo in campo.

 

Come puoi rivolgerti al Signore, quando chiedi una fattura di superstizione al tuo diavolo che non ti può accontentare, neanche di denaro?

Rammenta quel corvo che preso da un cacciatore si rivolse al dio Apollo di essere liberato, con l’offerta dell’incenso ma, una volta libero, si dimenticò della promessa.

Poi venne catturato di nuovo e al laccio della seconda volta si rivolse al dio Ermes, promettendo anche a lui una buona offerta.

Il dio Ermes gli rispose: “Sciagurato, come puoi immaginare che io ti creda, dopo che hai ingannato il tuo primo signore?”.

 

Così, caro prete, è il compromesso tra Cristo e il diavolo.

Non vanno d’accordo Dio e la ricchezza.

Quando sei nei guai, non troverai aiuto nel compromesso della tua vita.

Ascolta, non t’incatenare con il tuo stesso denaro.

Non offrire incenso in chiesa e poi dimentichi i poveri sulle strade.       Dipax

Per altri messaggi

leggi sul sito:

www.dipingilapace.it

Rispondi