Il Festival della poesia

Chi perde, può leccarsi solo le ferite. Con il cuore non si perde mai. Con la cultura non si cade mai. Con la poesia si vola in ogni cuore. Dipingi la pace è la forza dell’amore. E’ la forza di chi non tace dinanzi alle sofferenze e alle ingiustizie. L’uomo ha fame di Dio e Dio ha fame dell’uomo. Questo è l’idillio più alto che Voi di Clemente Rebora oggi cantate a Savigliano (CN). E’ il vostro Festival della poesia per sovvenire i ragazzi di strada. E’ il vostro Festival della cultura, per sfamare l’uomo arido di sapienza e di bellezza. Grazie, Clemente Rebora! Grazie, Antonio Scommegna! Grazie a voi tutti, poeti della pace.

Chiedetelo a:

scommy@aruba.it

Rispondi