Il giorno del cielo

Nella ricerca del bello e del vero

sono più cocciuto

della vedova molesta.

Sta certo, carissimo Gesù,

vieni, non tardare,

troverai in me e nei Piccoli della pace,

la fede.

Il nostro cuore

è un pozzo profondo

pieno della tua Parola.

Disseta il tuo vangelo.

Sfama la tua Parola.

Tanto disseta

che basta una sola goccia del tuo sangue

a renderci centrifuga di pace.

Tanto sfama

che basta una minuta ostia

a vitalizzare di energia

il nostro corpo

acciaccato di stanchezza.

Zampilla il cuore

a fiotti di carità.

Vieni, Signore Gesù!

Vegliamo la vita

e non la morte.

Vogliamo vivere

il giorno del cielo. Dipax

Rispondi