Il lievito

Il lievito della Parola

Aiuta Dipingi la pace con il C/C postale 10298909

oppure IBAN IT 02 P076 0104 6000 0001 0298 909.

Grazie a tutti coloro che ci stanno aiutando. P. Paolo

Signore, abbiamo bisogno del tuo lievito,

del lievito della tua Parola,

del lievito della semplicità,

del lievito della tua risurrezione.

Impasta la nostra vita

nel lievito del vangelo.

Facci lievitare di speranza.

Facci lievitare di serenità.

Rendi la tua chiesa lievita di bontà

a uscire per sempre dalla chiesa – stato.

Quanta zizzania è la chiesa – stato!

Mescola, nel mio sangue,

le tre misure di farina

della Trinità

a rendere il mio corpo

eucaristia e pane spezzato

per il vangelo.

Aprimi la bocca

a parole di carezze,

a baci di conforto,

a proclamare nei secoli

le cose che i dotti e i sapienti

nascondono a sapere di Dio.

Non è Dio che nasconde

ma i potenti nascondono

le cose del cielo ai piccoli e ai poveri,

rendendo le coscienze paurose dell’eterno.

Non mi congedo da te,

Signore,

finché non mi spieghi

com’è entrato il Maligno nella chiesa.

“Semplice, mi spiega,

ogni volta che ti prostri al denaro,

il maligno sguazza nella chiesa!

E’ il denaro la zizzania.

Il denaro a pagare i sacramenti.

E’ il denaro la zizzania.

Sta tranquillo, manderò i miei angeli

a raccogliere le lacrime

che spigano martirio di amore.

Già gli ingiusti stridono di rabbia

dinanzi a papa Francesco

e i cuori dei giusti

splendono come il sole.

E’ finita la notte del potere,

è finita la notte del denaro,

è finita la notte della zizzania!

Splende la grazia

nel campo biondeggiante

della chiesa.

Senza sapere fiorisce già

il cuore dei semplici

sull’altare del cielo.

Buona giornata,

con il buon grano di Cristo.

Paolo Turturro

www.dipingilapace.it

Rispondi