Il suo amore

I

Oh! Dio! Ti affidiamo tutti i disastri, ogni disgrazia, terremoti e pestilenze e non ultimo il coronavirus.

L’uomo mette sempre in discussione la Parola di Dio, la Parola di Cristo e non mette mai in discussione la sua povera parola, il suo gretto pensare.

OH! Dio, quanto sei paziente! Quanto sei misericordioso! Che teste dure hanno certi preti a mettere paura alle coscienze dei piccoli con video e registrazioni sull’apocalisse. Con la loro testa quadrata fanno parlare il diavolo.

Come puoi tu punire, tu che sei la Vera Misericordia? Ancora non comprendiamo che è il peccato a castigarci, che è il diavolo a punirci.

Tu sei il perenne amore! Tu sei l’eterna pazienza! Tu sei la tenerezza che redime! Nulla abbiamo capito della tua croce. Nulla abbiamo capito del tuo silenzio. Nulla abbiamo capito del tuo grande sacrificio, che fa sacro persino il mio cuore di peccatore. Nulla ancora abbiamo compreso della tua risurrezione. Ti vogliamo morto e sepolto e domani risorto in paradiso, invece tu sei qui, con noi, Risorto. Facciamo parlare il diavolo in noi e non il tuo amore. Facciamo parlare l’adversus nell’uomo e non la tua paternità, la tua verità.

Amici, è l’uomo che inquina, creando malattie. E’ l’uomo che, per affari economici, commercia carni avariate, pesce inquinato, distruggendo la bellezza del creato che Dio ha generato per noi, per la nostra salute. Se dovessi tu chiedermi, o prete, dov’è Dio nei tuoi disastri mentali, risponderei:” E’ qui, con i più poveri, con noi a soffrire resurrezione. Non condanniamo Dio per il suo Amore! Cambiamo la nostra testa di sabbia e di dura superbia.

Esci, o uomo, dalle grinfie del pensare come il diavolo! Liberati a pensare come Dio, a parlare come Dio, ad amare come Dio.

Questo è il suo grande amore per noi! Questa è l’eredità di Dio per noi. Dipax

Rispondi