La barella della fede

                         Scusaci Signore!

Abbiamo posato il vangelo

sulla barella della fede.

Scusaci Signore!

Abbiamo comprato la fede

con incarichi d’onore.

Ti abbiamo dimenticato

sulla strada di Gerico

o in qualche rotolo avanzato dalle blatte

o blindato in un tabernacolo.

Scusaci Signore!

Abbiamo consacrato ancora altari

per vittime sacrificali,

mentre tu ci hai invitati

alla mensa dell’eucaristia,

alla mensa della tua Parola,

alla mensa della tua Risurrezione.

Scusaci Signore!

Abbiamo trasformato templi pagani in chiese cristiane,

ma tutto è rimasto come allora

Marte è divenuto santo Stefano

e la Venere, ahimè, la Vergine Maria.

Non sei venuto dal cielo ad annunciarci l’amore di tuo Padre?

Eppure noi ci siamo trincerati

nella barriera di una religione.

Scusaci Signore!

Parliamo di te come crocifisso,

ma nessuno di noi vuole stare sulla tua croce.

Per 2000 anni abbiamo annunciato il crocifisso,

dimenticandoci che sei Risorto.

Scusami Signore!

La mia superbia è alle stelle!

Abbi pietà di me!

Ora che sto per incontrarti,

nulla mi manca e sono davvero felice.

Grazie, sei entrato nelle mie vene

e ardo di luce .

Nel tuo fuoco brillerò a non spegnermi mai. Dipax

Rispondi