La donna del coraggio

Maria, donna di pace, nella cappella consacrata dal cardinale S. Pappalardo, 12 maggio 1986, al Borgo della pace – Palermo.

Miriam:” Io non fuggo in Egitto. Mio figlio deve essere circonciso a Gerusalemme”.

Iòsef: “Miriam, c’è un divieto. Non si può uscire da Betlemme.Ci sono dappertutto posti di blocco. Vogliono uccidere i bambini della stessa età di Gesù. E’ pericoloso andare!”.

Ecco una donna del coraggio! Ecco Colei che sfida la strage degli innocenti. Ecco Colei che dà forza nella guerra dei martiri.

Miriam: “ Custodirò mio figlio nel mio grembo. Lo legherò al mio ventre da sembrare il mio stesso corpo. Andiamo a Gerusalemme a sfidare libertà e pace di ogni generazione”.

Iosèf: “ Così mio figlio sarà il primo latitante della storia. Andiamo io stesso lo proteggerò. Mio figlio sappiate però che non ha niente a che fare con i latitanti malfattori. Esce dalle nostre mani per la libertà di ogni popolo”.

Nasce così la prima famiglia degli immigrati. Fuggono dalla guerra. Fuggono dai decreti ingiusti dei potenti.

Amici che leggete, non cadrà a mare colui che ci donerà giustizia e verità. Dipax

Rispondi