La fortezza del coraggio

Devi sempre caricarti di buona volontà, per non precipitare nel baratro della disperazione della nostra società fatta a pezzi da guerre, da massacri e da pazzie.

Oh! Non guardare le mie mani forate! Oh! Non baciare i miei piedi inchiodati! Non ricordo nulla del mio processo. Non ricordo nulla degli sputi. Non  ricordo nulla degli occhi che puntavano sentenze. Non ricordo nulla delle grasse risate non solo dei soldati. Non ricordo nulla della palificazione. Non ricordo affatto chi si è lavato le mani, per scrollarsi da ogni responsabilità. Non ricordo nulla del sepolcro.

 Sono soltanto un uomo Risorto.

Vieni con me! Vedi quel fanciullo che corre sui prati?  Sei proprio tu. Ti ho accompagnato lungo gli anni della prova, lungo gli anni del tuo patire. Non ti dico di averti tenuto in braccio. No, per te ho riservato un’altra dimora. Tu, senza sapere, palpitavi e vivi tuttora nel mio cuore risorto”.    Dipax

Prenota l’e-state con Dio, al Borgo della pace 339 2187764 Dipax

Rispondi