La musica del silenzio

Teresa Rampolla, discepola di padre Revilli, ora animatrice al Borgo Vecchio

Nel fondo di una bottiglia io vedo il fondo di un giorno e di una notte.

C’ è sempre uno sciocco che ha il cranio allagato di vino.

C’ è sempre un furbo che nasconde i suoi malfatti,

affermando di essere stato in un viaggio lontano dal delitto.

C’ è sempre un prete che annuncia il vangelo in mezzo alle strade,

come faceva Gesù Cristo.

Più rasoterra di così non esiste un’altra fede.

I veri profeti sono quelli che dissentano dai reati contro l’ordine.

Il carcere brulica di febbre di libertà.

L’esercito si svuota di giovani.

I concerti ammutoliscono caserme.

Stamane le colline sono coronate di nebbia.

Ritorna il dubbio a inquinare il sangue dell’uomo.

Io canto il silenzio nella bolgia di birre delle città. Dipax

Rispondi