La notte di Willy

La notte di Willy

Quanta è lunga questa notte!

Il buio è una battaglia contro gli ignoti.

I sogni si spezzano a catene!

Si massacra a carneficina.

Quanta è lunga la notte della violenza!

Le città diventano labirinti di paure!

I passi tempeste di tuoni.

I giornali frastagliame di menzogne.

I palazzi di giustizia pagine di oscurantismo.

Quanta è profonda la notte del sangue!

In questa notte il corpo s’incenera a scheletro

e tarda sorge l’aurora della verità.

Non mollo la lotta

e nel sonno grido

che rinasce la speranza.

Dalla forza dei martiri ci esplode

un’energia alla resistenza,

alla resistenza

al bene e all’onestà.

Resistenza!

Resistenza è la voce della speranza!

Mi sveglio dal sonno

e i giovani sono già in marcia

verso la fraternità!

Nessuno può fermare,

proprio nessuno,

l’aurora della verità.

Nasce sempre un bambino

a ricordarci il vagito della bontà.

Nasce sempre un martire

a ricordarci che la speranza non muore.

Paolo Turturro+

www.dipingilapace.it

Nulla è difficile per un mite.

Rispondi