La tua grazia

Forse sono così misero da non poter essere convertito? Mi vado ripetendo la tua grazia, perché a me non appari? O Dio, forse come gli ebrei griderò che non hai orecchie. Forse non hai bocca? Posso affidarmi a un dio che ho scolpito e dipinto? Non tardare, Signore, a infuocare il tuo amore per me! Non biasimare la mia poca fede. No, non chiamarmi sclerotico di cuore e di mente. Forse posso crescere soltanto nei rimproveri? Tu non sei un Dio che castighi. Io sono alito del tuo stesso alito. Respira in me il soffio del tuo amore. Non ritirare da me il tuo santo Spirito. Sono morto solo al pensarlo.  Dipax

Rispondi