Pensare come Dio

Luce di Lo Jacono

Già mi accaldo dentro le foglie d’autunno.

La diminuzione della fede non avviene mai nel dolore.

Tanti sono presi dalla sfortuna

da correre in mezzo alle strade per abbracciarla.

La sfortuna è il denaro.

Io respiro dentro il sangue di Cristo.

Pensare come Cristo

è una spina conficcata nel nostro”star bene”.

Cristo sta lì, a farci comprendere la stoltezza

del nostro attaccarci alle ricchezze del tempo.

Cristo sta lì, a farci misurare la distanza immensa

che ci separa da lui.

“I miei pensieri sono diversi dai vostri”.

Sono oltre il nostro intuire.

Per questo corro e voglio andare oltre.

La distanza del nostro pensare da Cristo

è infinita, tanta infinita

da rischiare il rifiuto degli uomini stessi. Dipax

Rispondi