Prima Giornata Mondiale dei poveri

Risparmiare sui miseri

è il sanguisuga dei potenti.

Risparmiare sugli operai

è diminuire i loro diritti.

In questa prima

Giornata Mondiale dei poveri

facciamo davvero parlare

questi nostri fratelli.

A nulla servirebbe un convegno

senza la loro determinata opinione.

Si rischia ancora una volta

di ascoltare i vincitori senza i vinti.

Diamo voce ai poveri

e scopriamo le cause

della loro vera povertà,

le cause che determinano il baratro

tra i ricchi e i poveri.

Solo chi è caduto

nella fossa della miseria

può descriverci il percorso

doloroso e lacerante del fallimento.

I ricchi lascino il lusso

che li impoverisce

e i poveri cerchino la dignità

che li arricchisce.

Nella chiesa

non ci potrà essere pace,

giustizia, dignità,

carità, accoglienza,

sacramenti, orazione

e Vangelo vivente,

se i vescovi, i preti e i fedeli

non si spogliassero

del potere e della ricchezza

che, dentro loro stessi,

uccidono ancora una volta Dio

e la Parola Vivente di Cristo. Dipax

Rispondi