Ragiono con la preghiera

Ragiono con la preghiera

Non lasciare la cattiverai all’ultima parola. Esci, esci e vai via dall’angolo del tempo. Esci dalle logiche del pensare negativo. Non essere schiavo del re Mida. Non confinarti dentro la tua stessa immobilità. Non alzare contro di te il tuo stesso calcagno. Non ridurti a una cartapesta di inerzia. Non tradire la tua volontà che ti ordina di salire sulle altezze dell’amore. Sono uno che ragiono con la preghiera. Mi sono affidato ai più estremi rigori razionali della filosofia e ho scoperto, con mio stupore, che mi germogliava dentro la pace con la più umile preghiera.

Paolo Turturro

www.dipingilapace.it

Rispondi