Ricordati di noi, Signore

                        Ricordati di noi, Signore,

che corriamo sulle strade delle guerre

a massacrare innocenti.

Ricordati di noi, Signore,

che operiamo negli ospedali tremanti di dolori.

Ricordati di noi, Signore,

impauriti a respirare la notte nelle nostre vene.

Ricordati di noi, Signore,

che ci laviamo il volto

con le nostre stesse lacrime.

Ricordati di noi, Signore,

a purificare questa nostra pelle

screpolata di peccati.

Ricordati di noi, Signore,

dal cuore avviliti e distrutti di speranza.

Ricordati di noi, Signore,

sclerotici di mente e ottusi di cuore.

Ricordati di noi, Signore,

che viviamo in una società di politici

che dicono cosa orribili

tanto da farci divertire.

Ricordati di noi, Signore,

quando la notte è così oscura

da rischiare di perdere la fede.

Ricordati di noi, Signore,

non soltanto nell’ultimo respiro

che già affidiamo a te. Dipax

Rispondi