Sandro Mazzola

Sandro MAZZOLA

a cura di Giuseppe Fiore

Indiscusso idolo del calcio italiano

 

Per tutti quelli che hanno superato i 40 anni Sandro Mazzola non ha bisogno di presentazione, lui uno degli idoli indiscussi del calcio italiano alla soglia dei 75 anni ancora da compiere è uno dei massimi conoscitori del sistema. Nato a Torino ha militato per quasi 20 anni nelle file dell’Inter ricoprendo il ruolo di attaccante. Sandro è famoso per essere anche il figlio di Valentino (Mazzola) lo sfortunato giocatore del grande Torino morto per un incidente aereo. Sandro ha indossato la maglia della nazionale per ben 70 volte segnando 22 reti.

Mazzola, ancora oggi, è uno dei massimi esponenti del calcio italiano lui che nella sua lunghissima carriera ha collezionati numeri e premi importati. 70 volte con la maglia della nazionale e 22 reti e ancora è entrato in campo 417 volte con 116 gol. A fine ottobre del 2016 è entrato di diritto nella classifica “All time” di serie A piazzandosi al 40° posto per presenze53° posto in quella dei marcatori 13° in quella dei calciatori che hanno indossato una sola maglia. Con l’Inter ha vinto 4 scudetti 2 Coppe dei Campioni.

A livello individuale, si è laureato miglior marcatore della massima competizione europea per club nel 1964 e miglior marcatore del campionato italiano nel 1965, giungendo secondo alle spalle di Johan Cruijff nella classifica del Pallone d’oro (1971). Nel 2014 è stato inserito nella Hall of fame del calcio italiano in virtù del contributo offerto allo stesso come calciatore.

 

 

Rispondi