Saziati di luce

M’immergerò nel concerto del tuo dolore a convertirlo in armonia di gioia.

Raccoglierò pensieri caduti dalle lacrime dei martiri per ghirlande di libertà.

L’infinito del desiderio è nell’arsura senza bere, è nell’abisso senza cadere,

è nel cuore senza odiare.

Mi sazierò di luce per illuminarti la mente.

Accenderò nel tuo cielo l’albero delle stelle e in te mai scenderà la notte.

Fidati del cuore, vedrai l’immenso sorgere in te come aurora.

Squarciata è la mente fuori da ogni fiore. Anche i ramarri s’incantano del sole.

Lotta il tuo uomo vecchio e al tramonto morirà la morte.

Anche il diavolo si emoziona e parla sorridendo.

Apri le pagine dell’anima, da tempo sono caduti gli dei.

Percorri i sentieri dello spirito e giungerai al paese della pace. Dipax

Rispondi