Su, vieni

                       La sofferenza dello spirito

è lacerante a non vederti mai.

Tu vieni oltre le nostre opinioni.

E’ più alta di ogni intuizione.

E’ più profonda

di ogni abisso.

Non viene da Dio

ma dalla terra.

Dio mio, Dio mio, io non ti ho mai visto.

Dove cercarti?

Vorrei trovarti e mai ti trovo.

Vorrei vederti, ma il tuo volto è nascosto.

Non sei presente e tutto è assente.

Ti ho cercato fino alla mia tarda età.

Nulla, la ricerca non è vanità.

Forse io potrò raggiungerti?

Io ho pensieri di carne,

diversi dai tuoi.

Troppo tardi ho compreso

che non sono io a trovarti

ma sei tu a venire.

Il mio cercare rassomiglia tanto

a quello di sant’Anselmo.

Io sono stato creato per vederti

e fin ora non ho fatto ciò per cui

sono stato creato”.

Che amarezza!

Da giovane ti ho trascurato

e ora da vecchio ti cerco affannosamente.

Io lotterò l’eternità

per vedere la tua faccia.

Sto tanto male senza te.

Su vieni,

prima che le lacrime grondano ancora

a impiccare i miei sogni.

Signore che io ti trovi, cercando!

Signore che io ti veda,

amando! Dipax

Rispondi