Sulla roccia della fede

La primavera è un’esplosione di colori e di voci. Un passero e una formica decisero di collaborare in questa bellezza di natura. La formica tutto conservava. Il passero tutto donava. Nessuno conosceva i segreti dei depositi delle formiche. Colombe e usignoli  esultavano di gioia al canto del pettirosso. Venne una tempesta che diluviò i depositi delle formiche, mentre i cinguettii degli uccelli rimasero nei calici dei fiori, nei prati del grano e nei cespugli delle ginestre.

E’ proprio vero: chi dona, riceve e chi ostilmente conserva, perde tutto.     Dipax

Rispondi