Ti adoro

Ti adoro

Ti adoro sui ghiacciai sgretolati di luce.

Ti adoro nella debolezza del cuore.

Ti adoro nella sofferenza del sangue.

Ti adoro nella pochezza del dire.

Ti adoro assieme ai santi

che respirano nel mio animo.

Ho il cuore piccolo come quello di un pettirosso,

ma vola ovunque e raggiunge chiunque.

La neve e il gelo mi rendono più giovane.

Non smarrirti nel labirinto della tua mente.

Non cercare le perle dentro le ostriche del denaro.

Vai in fondo a te stesso

e troverai lo scrigno dello spirito.

Io cammino dentro le aurore boreali,

attraverso il tramonto a renderlo

dimora del cuore.

Accarezzo i fili d’erba pregni di rugiada,

il sereno del mio pensare.

Ho bruciato i mutti siciliani:

Cci dissi la vacca a lu voi:

ognunu sapi l’affari soi!

No, gli affari sono sempre

un minestrone di denaro

e la minestra squarata (non condita)

la rigettano persino i cani. Dipax

Rispondi