Un Dio morto d’amore

Spettacolo di Beneficenza per Dipingi la pace. Mancano due giorni allo spettacolo. Hai preso il tuo biglietto? Chiedilo a: 339 2187764, oppure al botteghino il giorno stesso dello spettacolo. Grazie!

Cosa possiamo aspettarci di più

dall’uomo che massacra e uccide Dio?

Dio è vicino

ma è difficile.

Nel nostro credere quotidiano

adoriamo un Dio vero

o una sua caricatura disgustosa

fatta di riti e di consimili affari?

L’ateo rifiuta

il modo di vivere la fede dei cristiani

e non il Dio vero.

L’ateo è un innamorato deluso.

Il cristiano invece non è mai deluso

delle sue processioni osannate di denaro.

Dio non è un pericoloso contendente dell’uomo.

Non gli ruba la terra che ha creato per lui.

Non lo impoverisce

se non crede in Lui.

Non gli impedisce di essere uomo.

Amico Feuerbach

Dio donando se stesso all’uomo

non si impoverisce e non si annulla

e l’uomo amando Dio

non perde nulla di se stesso.

La soluzione è:

Dio tanto ama l’umanità,

da morire d’amore.

 Cristo e l’uomo

si completano d’amore. Dipax

 

Rispondi