Vivo di Cristo

                            Veramente il cervello di certi politici

è uno scolabrodo.

Gente senza criterio,

hanno capelli al posto del cervello.

Il cuore non ama uguale,

i suoi battiti arpeggiano

diversamente dallo spirito.

Gli anni finiscono e i giorni non ritornano mai.

Cerco l’equilibrio che mi rende saggio.

L’intuire è la dinamo della mente.

La luce folgora a squarciare le tenebre.

Le erbe officinali mi caricano di respiri.

Esplorerò l’universo a cercare

il senso della vita.

Esco dal deserto,

il deserto è l’umanità.

Questo deserto è completamente chiuso

alla conoscenza di Dio.

Combatto nel silenzio e con la mente

a sanare il cuore della gente.

L’antidoto è il sorriso

che è la terapia dell’amore.

Il sorriso esprime il senso della propria vita.

Il sorriso è la possibilità di essere se stessi.

La felicità è personale

non invade le corsie

della vita degli altri,

però coinvolge alla tranquillità.

Lo scopo del pensare è la felicità,

così ci sprona Socrate.

Orazio ci parla del Carpe diem,

cogli l’attimo del vivere,

perché la vita è uno scorrere senza ritorno.

Io vivo di sorriso,

io vivo di eterno senza ritornare,

vivo di grazia di Cristo

e non mi perdo mai. Dipax

Rispondi