Annunciare il vangelo

Il potere non si può vestire di sacralità. Il potere vuole sterminare chi pensa autonomamente. “Quando sarà passato il novilunio e si potrà vendere ingiustamente il grano? Ormai non ci sono più bilance false, ma progetti oscuri che massacrano la dignità. Si comprano ancora con il denaro gli indigenti, le donne per un paio di scarpe e di un abito di lusso. Che miseria sfruttare! Che vergogna umiliare! Il Signore solleverà dalla polvere il debole, per farlo stare in piedi, nella dignità del suo essere. Urge educare la gente, perché giunga alla conoscenza della verità. Dio non opprime, Dio non castiga, Dio ama. Non possiamo servire Dio e la ricchezza. Finalmente tradotto giusto. Nel passato per plagiare le coscienze si diceva: Non potete servire Dio e Mammona. Ma chi era questo mammona? Un fantasma che impauriva le coscienze e come tale deviava a rispettare la ricchezza dei potenti e anche degli alti prelati, altrimenti era chiaro che chi era ricco non era con Dio. Siamo stati degli amministratori ingiusti, nell’amministrare il vangelo. Oh! L’amministratore giusto può stare nel consenso degli ingiusti? Oh! L’amministratore giusto può stare nel sistema ecclesiale e politico ingiusto? Eppure restiamo saldi nell’amministrare le carte ingiuste, per non andare a zappare il cibo e per non mendicare lo stipendio,

Paolo Turturro

www.dipingilapace.it

Rispondi