Il Bene e il male

Neppure un attimo ritorna indietro.

Non so ancora attraversare il cielo.

Ascendo alla luce per incontrare il risorto.

E’ molto strano!

La malattia fa più paura del peccato.

Il tempo non esiste,

è solo un ricordo del passato

e una speranza del futuro.

I tuoi pensieri non ricattano,

né vincono la mia personalità.

Do la morte (mors – facere – mortificare) ai vizi

e fiorisco di grazia,

Non esiste un peccato che si trasmette da genitori a figli,

né uno che si trasferisce da una persona all’altra.

Se tu non vuoi il peccato,

neanche quello d’origine entra in te.

Se tu non vuoi la grazia,

neanche quella di Cristo entra in te.

Il male non è un Ente,

ma se tu lo vuoi diventi tu stesso

il contrario (l’adversus – il maligno) al bene.

L’albero del bene e del male sei tu.

Non puoi condizionare Dio alla tua volontà.

Dio è il Bene

e il male è l’assenza del bene.

Vorrei inventare un personaggio che uccida il diavolo,

vorrei per un attimo divenire Georges Simenon.

Non basta Maigret a sconfiggere satana,

solo la tua volontà lo uccide.

Sono pronto, unisciti a me:

voglio il bene e rifiuto il male.

Abbiamo vinto il duello eterno. Dipax

Rispondi