Il gabbiano Jonathan

Ogni mattina il gabbiano

Jonathan plana

sull’orlo della mia anima.

Mi pigola al cuore.

Da tempo il mio è fuori posto,

è sempre stretto in gola.

Mi annuncia ciò che nella notte

ha liberato.

Sciogli i singhiozzi

di ogni madre addolorata.

Rialza uomini

caduti nell’abisso dei traumi.

All’aurora mi solleva

sulle alture del coraggio.

Con lui il mio spirito spicca

sulle vette del cielo

a custodire l’amore perduto sulla terra.

Le sue parole sono colpi d’ali di libertà. Dipax

Rispondi