Le mani, i piedi, gli occhi e il cuore

L

Aiuta Dipingi la pace con il C/C postale 10298909

oppure IBAN IT 02 P076 0104 6000 0001 0298 909

Ti ho cercato nelle veglie notturne e finalmente ti ho trovato nella mia miseria. Mi sostiene la tua grazia che è la colonna vertebrale della mia vita. Effondi il tuo spirito su di me, Signore e sarò libero di amare. Non riesco a scacciare nessun demonio, né della mafia e né della massoneria. Sono proprio contro di noi e non sono per noi. Ho dato tanti bicchieri d’acqua a molti assetati di libertà. Facevano salti mortali per raggiungermi nella santa messa delle 20,00 a santa Lucia. Quelle mani, le mani per accarezzare, le mani per consolare, le mani per sostenere. Ah! I piedi per procedere spedito verso la tua Parola, verso i colli verdeggianti di libertà. Ah! I piedi stanchi sulle zolle secche e argillose del sapere. I piedi non scandalizzano mai. Ah! Gli occhi della libertà. Gli occhi che splendono innocenza. Gli occhi che riflettano il cielo e ogni volto che cerca l’amore. Chi scandalizza oggi? Tu vuoi, o Cristo, che tagliamo i pensieri che manovrano le mani a uccidere, a rubare e a massacrare. Tu, Signore, vuoi che tagliamo i progetti che conducono i piedi alla violenza, alla droga, alla politica corrotta. Tu vuoi, Signore, che tagliamo i progetti che portano i nostri passi sulla via del compromesso, sulle strade del denaro. Io voglio entrare in paradiso libero di pensare, di amare e di operare il bene. L’inferno della terra brucia ogni cattiveria. L’inferno del denaro sterilizza ogni gioia e ogni benessere. Anch’io ho rifiutato di accogliere nelle mie mani le insegne della massoneria. Ho buttato all’aria cappello e mantello nero. Anch’io ho gettato, nella Geenna della terra, le insegne del potere della carriera del tempo. Io sono le mani che producono, io sono le mani che consolano, io sono le mani che indicano la via del risorto. Io sono quei passi verso l’Emmaus che porta al cenacolo del Risorto. Io sono quegli occhi che hanno visto e contemplato il Risorto. Io sono quel cuore che non smetterà mai di palpitare per il Risorto. Non taglio nessuna mano, non taglio nessun piede, non cavo nessun occhio, perché ogni mio osso è membra del Cristo Risorto.

Paolo Turturro

www.dipingilapace.it

Rispondi