Muri e ponti

Io non credo al progresso disumanizzante.

I peccati di un santo sono più pesanti

di quelli di un grande peccatore.

La natura non crea muri,

ma protezioni vitali.

I muri sono le parole.

Come non capire che le parole che io dico,

dentro di me hanno un senso,

mentre dentro di te potrebbero averne un altro?

Ecco il muro mentale.

Io credo ai valori universali:

al sorriso e non all’ironia,

agli occhi sereni e non blindati di occhiali neri;

alle tue labbra morbide di pace

e non ruvide di sputi e di rabbia;

al tuo sguardo benevolo

e non perfido;

alle tue mani di carezze

e non violente e nascoste di armi di giudizi;

al tuo discorso lineare

e non equivoco e contorto;

ai tuoi passi verso la mia e la tua crescita

e non distruttivi di vendette.

Ecco costruisco i ponti con il cuore

che ama sempre, ama tutti

e non fa male mai a nessuno.

Il cuore è il ponte dell’amore

tra uno, cento e diecimila persone.

Io ho un rapporto d’amore continuo con Cristo.

Il cuore è il ponte della tenerezza

per disabili e per chi la pensa diversamente da te.

Il cuore è il ponte tra Dio e l’uomo:

un ponte spirituale, minuto e infinito. Dipax

Rispondi