La gioia del Risorto

Ci vuole coraggio a fare la figura dello stupido.

Vedi Totò!

Vedi Charlie Chaplin!

Vedi Stalio e Ollio!

Una parolaccia oscura il sorriso.

Vieni e vedi.

Cristo mi ha invitato a casa sua,

nella città del vangelo.

Io credo che sia venuto il tempo

in cui sono finiti gli imperi, le monarchie

e le città di potere.

Il risorto mi ha suggerito

di chiamare la città del Vaticano:

la città del Vangelo.

Ci sono delle regole ben precise

nella città del Vangelo:

sono le regole delle Beatitudini,

del discorso della montagna.

Una città aperta

non a caso ciò è avvenuto nelle nozze di Cana.

Non a caso ciò è avvenuto

nella casa della vedova del giovane di Nain.

Non a caso è avvenuto

nella casa di Lazzaro, Marta e Maria.

Non a caso è avvenuto

sotto le mura di Gerico,

a soccorrere il pestato.

Tutto è avvenuto, grazie al Risorto.

Non ho smesso di cercare dentro di me

il meglio del Risorto,

il meglio con il canto e con la poesia.

Io corro nella luce

a fare compagnia al Risorto.. Dipax

Rispondi