Pelle per pelle

Pelle per pelle,

l’uomo dà tutto quello che ha per la sua vita. Nell’essere toccati nelle ossa e nella pelle si sputa Dio in faccia? Forse tua moglie o un tuo amico ti dica :” Ancora credi? Ancora stai saldo nella tua integrità? Ma lascia stare Dio e muori! Quanto è insensato il nostro ragionare. Senza Dio si muore. Hai accettato il giorno, perché non accetti la notte? Conosci il bene, non accettare il male. La storia di Giobbe è dentro di noi. Appartiene alla nostra carne. Appartiene ai giorni che se ne vanno, senza capire nulla della nostra esistenza. Si perde tutto: moglie, figli, averi, soldi, case, terreni, fama e conoscenza. Ti resta soltanto cosa: l’integrità del tuo spirito. Cristo nel vangelo ci invita a pregare. La preghiera è la medicina per ogni malattia. Egli infatti si ritirava in un luogo deserto a pregare. E’ difficile il deserto in una città. Il silenzio però appartiene al cuore che non dorme mai.

Paolo Turturro

www.dipingilapace.it

Rispondi