Il giardino dei semplici

Il giardino dei semplici

Considero valore ogni lotta per la vita. Considero valore, donando la vita nella perdita. Considero valore il fiato della speranza. Considero valore la tacchina che cova, con pazienza, i suoi piccoli, correndo a beccare e a bere in fretta e poi ritornare a covare. Considero valore il contadino che zappa la terra e nei suoi occhi abita il cielo. Considero valore l’umiltà nelle mani delle donne che lavorano, accudendo ammalati e anziani. Considero valore l’onda che s’infrange a pulire le spiagge. Considero valore la lumaca che è testarda a procedere lenta e sicura a raggiungere la meta. Considero valore le lumie della Sicilia. Considero valore la fatica del muratore e l’architetto che chiede consigli al suo mastro. I valori sono semi che germogliano virtù. Nessuna banca può comprarli, non sono in vendita o assicurati, come le forme di formaggio negli arsenali delle banche. I valori scendono dall’eterno a germogliare la terra di pace familiare. I valori sono lacrime a sorgente di vita. Condividi i valori e siediti alla mensa della pace.

Paolo Turturro

www.dipingilapace.it

Rispondi