La dignità del lavoro

La dignità del lavoro

Non basta una festa per creare lavoro. Non basta una canzone a isolare persone che sfruttano la tua creatività e succhiano il tuo sangue. Non essere una persona messa in letargo a sbadigliare attesa. Siamo sull’orlo del fallimento di migliaia di imprese e di negozi, se non ci aggrappiamo alla luce della grazia e alla forza del nostro impegno. Anche la chiesa ha venduto l’anima al diavolo del denaro. Tanti hanno soffiato a incendiarmi come rogo, ma non mi hanno spento neppure lo stoppino fumigante della mia stanca fede. Il lavoro nasce dalla nostra volontà. Difendiamo la nostra creatività. Ritorniamo a creare noi stessi lavoro e imprese. Basta! Non abbiate più paura del pizzo, né di quei delinquenti, a mezza cartuccia, che vi inquietano di continuo con ricatti e minacce. A volte è prudente non fidarsi neppure di uno stato che. a causa di alcune persone, risulta connivente e corrotto.

Paolo Turturro

www.dipingilapace.it

Rispondi