La tolleranza

                     La tolleranza ci porta lontano dagli odi

e dalle diatribe teologiche e filosofiche.

Io cammino sempre a cercare me stesso

e mi ritrovo sempre nuovo.

Non faccio fatica

a capire il perché di ogni dolore.

Non vorrei essere un uomo

che gli altri desiderano.

Ho appeso i miei pensieri

ai rami agitati dal vento,

porteranno nelle nuove primavere

estasi di poemi.

Tanti, privi di intelligenza,

hanno una regola soltanto:

riscrivere le regole.

Io amo Cristo per la sua inquietudine.

Mi resta solo incontrarlo

a posare il mio capo sul suo petto.

Quanta porcheria ha il cuore,

dinanzi al suo volto divino!

Ogni mattina,

nel giardino dei pensieri,

una tortora mi offre un’ala

a volare lontano

da questa società intossicata di denaro.

Le vene delle persone sono divenute pietre

e dentro di esse

non scorrono più sentimenti di amore.

La guerra cambia gli uomini in beste feroci.

Io non esorto, non prego, imploro, cercate la pace”!

Il tuo urlo oggi è il nostro urlo. Dipax

Rispondi