Nella boscaglia delle politiche

N

Aiuta Dipingi la pace con il C/C postale 10298909

oppure IBAN IT 02 P076 0104 6000 0001 0298 909

Nella boscaglia dei pensieri dei corrotti pullulano vermi del diavolo che infettano le vie respiratorie dell’anima. Una buona igiene dello spirito fa bene ogni tanto. Io non credo a quei politici usciti fuori dalle file dei fascisti o dei partigiani. Persino fascisti e partigiani divenuti presidenti sul trono della repubblica italiana. Ahimè! Quell’orologio del campanile del Quirinale quante storie conosce? Io non credo a quei politici giunti dalla scalata dei sindacalisti. Io credo a persone umili che dedicano la loro vita alla politica senza interessi e senza soldi. Vedi Pepe Mjica, presidente dell’Uruguay, e tanti altri, come lui, che si impegnano nella vera politica e donano parte del loro stipendio, liberamente. Io biasimo quel bidello, e solo così lo voglio chiamare, che ha sventato pugni a un giornalista, per accreditarsi il Green Pass. Quanti sotterfugi per arrivare a guadagnare stipendi che non potranno mai godere i malvagi. Io non credo a un governo corrotto che assume migliaia di operai per la coltivazione dell’oppio in Afganistan. Corruzione è il denaro e solo pochi lo sanno usare per il bene. Gli Americani chiudono la frontiera Afganistan e i terroristi massacrano donne, bambini e vendono ragazze spose. Venti anni di sofferenze e di spese militari, per costruire violenze. Non è morta la speranza di chi lotta per la vita e per i diritti umani.

Paolo Turturro

www.dipingilapace.it

Rispondi